Cosa influenza la velocità ADSL - Guida ADSL Test

Cosa influenza la velocità ADSL

Una guida pratica ed essenziale per conoscere i principi sulla velocità ADSL

Molte volte ci si lamenta della lentezza della connessione ADSL senza sapere a cosa attribuire questa situazione. Il nostro test della velocità ADSL permette di avere un’indicazione sulla velocità della nostra ADSL ma è bene ricordare che tale test può dare risultati tanto più reali quanto più capiamo ed eliminiamo i fattori che influenzano la qualità dalla nostra linea ADSL.

Abbiamo parlato di fattori in quanto possiamo definire che esistono dei fattori esterni al collegamento fornito dal nostro Provider (sia esso Telecom, FASTWEB o quanto altro) e fattori “strutturali o fisici” che sono strettamente legati agli apparati messi a disposizione dal nostro Provider.

ADSL: i fattori esterni che influenzano la velocità

Per fattori esterni definiamo tutte quelle situazioni temporanee (e facilmente superabili) che non permettono di utilizzare appieno la velocità di navigazione.

Tra questi fattori annoveriamo:

Pc o Browser obsoleto;
sistema operativo obsoleto;
sito a cui si cerca di accedere che può avere dei problemi di richieste multiple di pagina che i suoi server non riescono a gestire;
downloads multipli nella stessa rete di PC;
downloads di file su circuiti p2p in cui chi condivide la risorsa ha un basso valore di upload;
programmi installati sul PC che si connettono a Internet per cercare aggiornamenti o sfruttare determinate funzionalità (occupando così parte della banda ADSL e rallentando la velocità di navigazione);
virus o spyware che rallentano la connessione e in alcuni casi rendono irragiungibili determinati siti;
utilizzo di giochi in flash con interazioni multiple di molti giocatori (es. Farmville etc..).

ADSL: i fattori strutturali che influenzano la qualità

Per fattori “strutturali o fisici” invece definiamo tutte quelle impedimenti infrastrutturali (e difficilmente ovviabili) che non permettono di ricevere un adeguata trasmissione dei dati.

Tra questi fattori citiamo:

la distanza dalla centrale che trasmette il segnale;
le interferenze dovute al rumore presente sul cavo di collegamento;
la qualità del doppino in rame: ossia la qualità dei fili in rame con cui è stata cablata la nostra casa e soprattutto la qualità dei fili in rame che dalla centrale porta il segnale alla nostra casa.

Ma come influenzano la qualità questi fattori strutturali?

Immaginiamo di essere a teatro ovviamente, più siamo vicini al palco e migliore sarà la visibilità dello spettacolo e la chiarezza nell’ascoltare i dialoghi. Man mano che ci distanziamo dal palco la qualità del suono percepito sarà minore inoltre, se abbiamo persone davanti a noi o, peggio ancora accanto a noi, che parlano noi avremmo tanta più difficoltà ad ascoltare e vedere la rappresentazione tanto più siamo distanti dal palco (attenuazione del segnale ADSL) e tanto più alta è la voce dei nostri vicini (margine di rumore).

Quanto detto è vero per l’ADSL che viaggia su doppino telefonico (praticamente il 90% dell’ADSL Italiana). Ma se l’ADSL venisse trasmessa su cavi differenti (ad esempio fibra ottica) l’esempio di sopra sarebbe ancora valido?
La risposta è no. Se fossimo coperti da fibra ottica (che non risente di interferenze e che si propaga senza perdita di segnale) sarebbe come poter ascoltare la rappresentazione con un impianto HI-FI ad alta definizione in qualunque luogo ci troviamo e a qualunque distanza dal teatro dove essa si svolge.

Qualità dell’ ADSL che cosa è e come si misura.

Per poter capire quali sono i fattori che influenzano la qualità di una linea ADSL è bene capire innanzi tutto che cosa è l’ADSL.

L’ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) non è altro che una trasmissione di dati che può avvenire secondo differenti tecnologie ma che rimane comunque legata al concetto di invio del segnale attraverso un mezzo e come tale risente di tutti quei fattori che influenzano la sua intensità e la sua decodifica. Purtroppo, una caratteristica tipica della tecnologia ADSL è l’impossibilità di rigenerare il segnale trasmesso. Ciò significa che il collegamento tra la centrale di generazione del segnale (Centralina Telecom) e il modem dell’utente deve essere diretto e che per poter poter sfruttare tutta la larghezza di banda dell’ADSL l’utente deve grossomodo rimanere all’interno del chilometro e mezzo / due chilometri di distanza dalla centrale (come lunghezza del cavo di connessione, non in linea d’aria).

Ma come si misura e quali sono i parametri da considerare per capire la qualità della propria ADSL?

I parametri da analizzare sono essenzialmente due:

Line Attenuation: L’attenuazione del segnale ADSL che è un parametro dipendente sostanzialmente dalla lunghezza del cavo di collegamento tra il nostro modem e la centrale di generazione del segnale e si può pensare come la perdita di potenza del segnale trasmesso e rappresenta la perdita di energia causata dalla propagazione del segnale attraverso un conduttore.
L’attenuazione aumenta all’aumentare della frequenza del segnale e cresce linearmente con la distanza (più il collegamento è distante, più il segnale è attenuato)

SNR: Il margine di rumore è il rapporto tra la potenza del segnale S e la potenza del rumore N. Ovviamente se abbiamo molta attenuazione (leggi siamo molto distanti dalla centrale) dovremmo avere un impianto quasi perfetto per evitare che il valore di N sia troppo alto. Se invece siamo molto vicini alla centrale e quindi abbiamo un valore di S molto altopossiamo permetterci di avere qualche interferenza sulla nostra linea telefonica .

Dove possiamo trovare e verificare questi valori?

Per verificare la bontà della nostra linea ADSL il metodo più corretto è:

localizzare la presa principale dell’impianto (quella attestata direttamente al cavo che arriva dalla centrale);
collegare il modem alla presa principale (senza usare prolunghe telefoniche!);
verificare i valori di Attenuazione linea (Line Attenuation) e di Margine di rumore (SNR).
Questi valori possono essere rilevati dall’interfaccia del modem a cui si accede tramite un browser web (generalmente vi si accede collegando il modem tramite interfaccia Eterneth e poi inserendo nel browser un indirizzo ip del tipo: 192.168.0.x, ma basterà leggere le istruzioni del proprio modem per capire a quali indirizzo trovare queste informazioni).

Quali sono i valori ottimali per una buona ricezione?

Valori di SNR (margine di rumore) per ADSL fino a 8 MB/s
Valore SNR (dB) Classificazione
5 dB o minore difficoltà di sincronizzazione o imposibilità totale
8 dB – 13 dB nella media, non ha problemi di sincronizzazione
14 dB – 22 dB molto buona
23 dB – 28 dB eccellente
29 dB – 35 dB ottimo

 

Valori di Line Attenuation (Attenuazione di Linea) per ADSL fino a 8 MB/s
Line Attenuation (Attenuazione di Linea) (dB) Classificazione
20 dB o inferiore linea ottima, si è molto vicini alla centrale
20 – 30 dB eccellente
30 – 40 dB molto buona
40 – 60 dB medio
60 – 65 dB scarso
Oltre 65 dB problemi di ricezione

 

Valori di SNR (margine di rumore) per ADSL fino a 20 MB/s
Valore SNR (dB) Classificazione
4 dB o minore difficoltà di sincronizzazione o imposibilità totale
5 dB – 7 dB nella media, non ha problemi di sincronizzazione
8 dB – 11 dB molto buona
12 dB – 14 dB eccellente
15 dB – 20 dB ottimo

 

Valori di Line Attenuation (Attenuazione di Linea) per ADSL fino a 20 MB/s
Line Attenuation (Attenuazione di Linea) (dB) Classificazione
10 dB o inferiore linea ottima, si è molto vicini alla centrale
10 – 20 dB eccellente
20 – 30 dB molto buona
30 – 40 dB medio
40 – 55 dB scarso
Oltre 55 dB problemi di ricezione

Questo è uno dei pochi grafici “ATTENDIBILI” con il quale calcolare “a spanne” quanta portante dovremmo avere in base alla “nostra distanza teorica” dalla centrale di appartenenza.


Raporto-Velocita-distanza-centrale

La formula per calcolare la distanza dalla centrale è la seguente :

Nostra distanza dalla Centrale ADSL= (1000 * Attenuazione della Linea ADSL) / 13.81